Terza parte isole del vento

  • 2)Moorea

  • L’isola si trova nella fascia tropicale a circa 17 gradi di latitudine sud. Moorea significa “ramarro giallo” in tahitiano. Un antico nome per l’isola é Aimeho, a volte scritto Aimeo oppure Eimeo, (elenco di varie pronunce mal comprese dai primi esploratori che non conosceano affatto la lingua locale). I primi colonizzatori e viaggiatori occidentale si riferivano a Moorea chiamandola York Island.
    Dall’alto, la forma dell’isola ricorda vagamente una forchetta, con le due baie simmetriche che si aprono verso nord: la Baia di Cook (anche nota come Paopao) e la baia Opunohu. L’isola ha origini vulcaniche ed è nata tra 1,5 e 2,5 milioni di anni fa dal punto caldo nel mantello al di sotto della placca oceanica che ha originato tutte le Isole della Società. Si ipotizza che le due baie si siano formate da due fiumi estinti durante l’innalzamento delle acque oceaniche avvenuto nell’Olocene.
    Per via degli scenari affascinanti e l’accessibilità rispetto a Papeete, Moorea è una delle mete preferite dai turisti occidentali che si recano in Polinesia francese. In modo particolare è meta di lune di miele, e viene spesso citata in riviste matrimoniali statunitensi.
    Ogni giorno alcuni traghetti viaggiano verso il molo Vaiare di Moorea, provenienti da Papeete, capitale di Tahiti. L’aeroporto di Moorea, il “Temae” (MOZ), mantiene voli verso l’aeroporto internazionale di Papeete e verso altre Isole della Società.
    Ecco una foto di Morea:

    spiagge meravigliose, monti che si innalzano verticalmente sulla laguna, punti di immersione fantastici e tante bellissime passeggiate. Insomma un posto da sogno, degno della fama della Polinesia. Per queste ragioni Moorea è la prima destinazione turistica della Polinesia come dimostra il fatto che una camera su tre nella Polinesia francese si trovi a Moorea.
    Moorea è come un triangolo equilatero rovesciato, con la base superiore incisa in due punti.
    Per girare l’isola di Moorea.Il modo migliore è usare la bicicletta, che può essere facilmente noleggiata. Da visitare il villaggio di Tamae, famoso per i danzatori, Maharepa, e la baia di Cook, un braccio di mare spettacolare.
    Ecco una foto meravigliosa di morea:

    Il punto più bello della baia è Paopao, un villaggio con un molo e un mercato caratteristico. Oltre la baia di Cook, la strada costiera contorna il monte Rotui, procedendo verso l’entroterra, in un paesaggio molto bello e spettacolare.Punta Hauru è toccata dalla strada costiera nell’angolo nord occidentale dell’isola. Si tratta di una delle principale aree turistiche, piena di ristoranti, villaggi e piccoli alberghi. Al largo della punta si vedono Motu Taihura e Motu Fareone, due incantevoli isolotti che si possono raggiungere a nuoto.
    Dal Marae Nuurua inizia il lato selvaggio di Moorea, con meno gente e auto in giro. Il villaggio più grande della costa occidentale è Haapiti.

    Pagina successiva Pagina precedente
    Indice
    Polinesia Divisioni amministrative Isole Australi
    Australi 2 Isole Marchesi Marchesi 2
    Marchesi Sud Isole Gambier Gambier famose
    Gambier minori Isole della società Isole sottovento
    I.sottovento 2 Isole sottovento 3 Isole del vento
    Isole del Vento 2 Isole del Vento 3 Isole del Vento 4
    Isole Tuamotu Cultura Polinesiana Info Turistiche
    Economia

    Rispondi

    Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...