Le coste della Calabria

La Regione Calabria detiene il 10% dell’intero patrimonio costiero d’Italia ( 715,7 Km/q.),e presenta la più grande ed esclusiva varietà di spiagge formate da rocce e sabbie particolari con il susseguirsi di baie, promontori, bianche spiagge e mare cristallino. Quindi mi sembra ovvio iniziare dalle coste della Calabria che per bellezza e natura meritano la Pole position di questa guida.
La Calabria ha un contorno costiero di circa 800 Km. Le sue coste, segnate dalle variazioni del livello marino, sono in parte rocciose e in gran parte sabbiose.
Di seguito metterò una cartina che illustrerà la “divisione costiera” della Calabria.
Noterete che la cartina è contrassegnata con colori diversi ed ognuno di questi corrisponderà a una determinata fascia costiera.
In alto a sinistra della cartina verranno illustrati i colori corrispondenti alle coste evidenziate sulla cartina.
calabria coste
Inizio la descrizione delle coste seguendo l’ordine indicato in alto a sinistra della cartina.
Quindi partirò dalla Riviera dei Cedri.

Riviera dei Cedri

Riviera dei Cedri è il toponimo che identifica una fascia di territorio dell’Alto Tirreno Cosentino in Calabria che comprende, tradizionalmente, anche una parte del territorio montano che si trova immediatamente a ridosso della zona costiera.
Il nome deriva dalla diffusa coltivazione del cedro della varietà cedro liscio Diamante, un agrume prezioso dalla coltivazione difficile e che in questo territorio in passato era coltivato anche in piccoli appezzamenti di terreno.
Sempre in passato, nella zona rivierasca esistevano numerose coltivazioni di cedro nonché alcune industrie di trasformazione.
Attualmente la produzione è stata valorizzata grazie all’azione sinergica del Consorzio del Cedro di Calabria, ente che raccoglie più di 100 cedricoltori, e che si pone come volano dell’economia della Riviera. La sua azione è rivolta alla tutela, conservazione, valorizzazione e commercializzazione del prezioso agrume.
Fanno parte della riviera 22 comuni compresi fra Tortora ad Amantea . Fra questi, per la produzione del cedro, spiccano Scalea, Santa Maria del Cedro e Diamante oltre un certo numero di centri montani che mediamente distano dalla costa non più di qualche chilometro e quindi facilmente raggiungibili. La parte montana è costituita da appendici del massiccio del Pollino, una parte del territorio della Riviera dei cedri è compresa nel Parco del Pollino.

Parco Marino Regionale ” Riviera dei Cedri”

Nella Riviera dei Cedri c’è anche il Parco Marino Regionale che ospita particolari specie di uccelli protetti; sulle parti emerse vi sono oltre trecento specie vegetali appartenenti alla macchia mediterranea e tra queste alcuni rari endemismi come la Primula di Palinuro e il Garofano delle Rupi; nei fondali si trovano una foresta di paramuricee (gorgonie), un ricco posidonieto, numerose specie di pesci.
Questo mondo sommerso costituisce, in particolare per i subacquei, uno scrigno di tesori.
Ecco il link che porta al sito web del parco.

Fra i centri balneari più importanti di questa riviera troviamo:

Praia a Mare

isoladidino
Praia a Mare è un comune di 6.805 abitanti della provincia di Cosenza.
Rinomato centro balneare dell’alto tirreno cosentino, il turismo si basa sul settore balneare con oltre 60 stabilimenti in poco più di 6 km di costa. Di rilievo sono poi i numerosi hotel di fascia medio-alta e le seconde case affittate durante il periodo estivo. Completano l’offerta turistica i numerosi caffè all’aperto, ristoranti, discoteche e altri locali.
Da non perdere anche una visita all’ Isola Dino, a sud del paese, di fronte Capo dell’Arena.

Clicca su questo link per accedere alla galleria fotografica di Praia a Mare.

San Nicola Arcella

San Nicola Arcella - (CS) spiaggia dell'Arcomagno - alfonso morabito.jpg1.jpg2
San Nicola Arcella è un comune italiano di 1.768 abitanti e si trova a meno di 10 Km da Praia a Mare.. Nota località balneare della Riviera dei Cedri situata su di uno strapiombo di 110 m. s.l.m., ai piedi del quale si trova una baia racchiusa da un braccio roccioso che le conferisce la forma di un porto naturale.
Molto bella è la spiaggia dell’Arcomagno che è una delle tre spiagge in cui è suddiviso il litorale del paese di San Nicola Arcella in Calabria e deve il suo nome alla presenza di un grande arco naturale (appunto l’Arcomagno), alto circa 20 metri, dalla cui sommità i giovani residenti e turisti sono soliti tuffarsi. Il passaggio tra le due parti di questa spiaggia è garantito dalla presenza di un altro arco, contenuto nello sperone di roccia di cui sopra, chiamato arco di Enea in onore del mitologico eroe troiano. L’accesso in questa spiaggia avviene sia via mare, ovvero sia a nuoto che con piccole barche, che via terra, attraverso due sentieri che, superando gli speroni di roccia che la isolano, la collegano con le due limitrofe spiagge del litorale del paese.

Clicca su questo link per accedere alla galleria fotografica di San Nicola Arcella.

Scalea

DSCN7111
Scalea è un comune italiano di 11 088 abitanti della provincia di Cosenza in Calabria.
La cittadina si dispone su un vasto promontorio che delimita a sud il Golfo di Policastro. I rioni più antichi si dispongono arroccati a gradoni, mentre la parte più moderna si sviluppa lungo la costa.
Sede di insediamenti fin dalla preistoria, dopo la costruzione di un convento francescano nel XIII secolo ad opera di Pietro Cathin, discepolo di Francesco d’Assisi, divenne un centro religioso e culturale. Per la posizione di scalo marittimo, fu sottoposta nei secoli agli attacchi di saraceni e corsari. Fortemente danneggiata dai bombardamenti aeronavali da parte delle forze armate anglo-americane nel corso dell’ultimo conflitto, è attualmente centro turistico e balneare, con la città vecchia arroccata a dominare la parte moderna che si affaccia sulle ampie spiagge.

Clicca su questo link per accedere alla galleria fotografica di Scalea.

Diamante

800px-RivierabludiamanteEM
Diamante è un comune italiano di 5.420 abitanti della provincia di Cosenza, in Calabria. È sito sulla costa tirrenica nord occidentale della Calabria.
Posta al centro della Riviera dei Cedri.
La posizione geografica, i suoi circa otto km. di spiaggia dalle variegate combinazioni di sabbia e di colore, nonché il mare cristallino ed i fondali sempre diversi ne fanno una delle mete turistiche della Calabria.
Diamante possiede una delle due uniche isole della Calabria, l’isola di Cirella, un piccolo isolotto dalla forma suggestiva e dalla flora selvaggia dove i fondali sono splendidi e regna la Posidonia argentata.

Clicca su questo link per accedere alla galleria fotografica di Diamante.

Isola di Cirella

cirella
La piccola isola di Cirella è un vero e proprio gioiello ambientale e naturalistico situato lungo il litorale, tra Diamante e Cirella. Si raggiunge facilmente dalla spiaggia antistante o dal porticciolo di Diamante. È coperta da una rigogliosa macchia mediterranea, e conserva sulla sommità i ruderi di una torre di avvistamento, circondata da un boschetto di euforbia arborea.

Clicca su questo link per accedere alla galleria fotografica dell’Isola di Cirella.

Oasi blu di Isca

Gli Scogli di Isca sono due piccoli scogli, chiamati Isca Grande ed Isca Piccolo, presenti nel mar Tirreno davanti alle acque dei comuni di Amantea e Belmonte Calabro, in provincia di Cosenza. Attualmente disabitati, fanno parte della Riserva Naturale Marina WWF “Oasi Blu Isca”. Gli scogli sono stati citati nell’Odissea di Omero.
L’Oasi blu interessa due scogli superstiti di un antico promontorio che costituiva il lato Nord del golfo di Amantea e circostanti fondali posti a circa 800 metri dalla costa (superficie totale 6 ettari).
scogliisca

Parco Marino Regionale “Scogli di Isca”

L’area marina protetta del Parco Marino Regionale “Scogli di Isca” è collocata nell’incantevole specchio di mare compreso tra i comuni di Amantea (Cs) e di Belmonte Calabro (Cs). Nella zona affiorano i due Scogli di Isca, denominati Isca grande e Isca piccolo, già noti ai tempi di Omero. Fu istituita, nell’anno 1991, per volontà del WWF Italia, come Oasi blu “Scogli di Isca”. I fondali del Parco Marino raggiungono la profondità di 25 metri e racchiudono un universo marino di grande interesse, individuato quale Sito di Importanza Comunitaria (SIC) .

Descrizione Fauna: Si possono osservare diverse specie animali: la cernia bruna (simbolo del Parco), il paguro Bernardo l’eremita, gli anemoni di mare, lo scorfano rosso, il riccio di prateria, le stelle marine, la murena e molte altre specie. L’Oasi è zona di passaggio per delfini e stenelle.
Per approfondire ecco il link del parco.

Indice
Le coste della Calabria Costa degli Dei Costa Viola
Costa dei Gelsomini Costa degli Aranci Costa dei Saraceni
Costa degli Achei La Sila Cultura e gastronomia
Borghi P. Catanzaro Borghi P. Reggio C. Borghi P. Crotone
Borghi P. Vibo V. Borghi P. Cosenza Catanzaro
Reggio Calabria Cosenza Crotone
Vibo Valentia Info Calabria Tradizioni
Strutture turistiche Ristoranti Divertimento

Una risposta a Le coste della Calabria

  1. Katia Borisova ha detto:

    Complimenti questa guida è veramente completa. Molto utile.
    La Calabria e meravigliosa..

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...