Isole Marchesi meridionali

Le isole marchesi meridionali sono:
1)Fatu Hiva
Fatu Hiva
Di origine vulcanica, come d’altronde buona parte delle Marchesi, presenta picchi che raggiungono facilmente i 1000 metri d’altezza e le cui pareti, quasi verticali, sono spesso a picco sul mare. È presente una vegetazione molto variegata, conseguente alle piogge abbondanti che fanno dell’isola la più umida di tutto l’arcipelago.
L’isola possiede meno di 600 abitanti, quasi tutti distribuiti nei due villaggi principali: Omoa e Hanavave. Il declino demografico ha caratterizzato buona parte degli ultimi decenni del ‘900. Già scarsamente popolata, Fatu Hiva ha visto col tempo andarsene sempre più persone: negli anni ’60, per contribuire alla costruzione del centro per esperimenti nucleari a Mururoa; più recentemente sotto forma di emigrazione scolastica; e sempre più frequentemente “economica”, per la ricerca di nuove prospettive di vita altrove, vista la scarsa prospettiva di sviluppo dell’isola, fortemente caratterizzata dalle attività di tipo primario (soprattutto la pesca).
2)Fatu Huku
Fatu Huku
Situato fra le isole di Hiva Oa (a meno di 20 km) e Nuku Hiva, ha una superficie di 1 km². Possiede un pianoro centrale che si spinge ad un’altezza di 361 metri sul livello del mare.
L’isolotto fu scoperto solamente nel 1774 da James Cook, che lo ribattezzò Hood, come il nome del marinaio che per primo lo intravide: Alexander Hood.
È disabitato e si pensa lo sia sempre stato, anche se le leggende lo descrivono come se un tempo fosse stato fertile e verde.
3)Hiva Oa
Hiva Oa
È l’isola più conosciuta dell’arcipelago, e deve buona parte della sua fama a due illustri ospiti che qui abitarono negli ultimi anni della loro vita: il pittore francese Paul Gauguin, ed il cantante belga Jacques Brel.
Hiva Oa vi troverete nel “giardino delle Isole Marchesi”. L’isola si estende da est a ovest, da una parte all’altra del vulcano. A sud la baia di Taaoa, circondata da un circo montuosa, occupa la parte sommersa della caldera. In quanto al braccio di mare che forma la baia dei Traditori, questa presenta fondali ideali per i marinai di tutto il mondo, che vengono a gettare l’ancora nelle acque di quest’isola paradisiaca.
4)Moho Tani:
Moho Tani
È un’isola disabitata posta a sud-est di Hiva Oa e ad est di Tahuata, nel sud delle Isole Marchesi. Ha una superficie di 15 km².
5)Motu Nao
È un’isola disabitata posta 22 km a nord-ovest di Fatu Hiva
6)Tahuata
Tahuata
L’isola di Tahuata (61 kmq, 671 abitanti), si trova a sud della grande isola di Hiva Oa, solo lo stretto canale di Bordelais, largo 4 km, la separa dall’isola maggiore. Questa è la più piccola tra le isole abitate dell’arcipelago, la sua popolazione è divisa tra i quattro villaggi principali di Vaitahu, Hapatoni, Motopu e Hanatetena.
Nell’isola ci sono alcuni interessanti siti archeologici tra cui quelli nella valle di Vaitahu e nella valle di Hanatahau.
7)Terihi
Terihi è una piccola isola disabitata appartenente all’arcipelago delle Isole Marchesi nella Polinesia francese. Ha una superficie di 0,15 km², ed è localizzata a sud di Moho Tani.

Pagina successiva Pagina precedente
Indice
Polinesia Divisioni amministrative Isole Australi
Australi 2 Isole Marchesi Marchesi 2
Marchesi Sud Isole Gambier Gambier famose
Gambier minori Isole della società Isole sottovento
I.sottovento 2 Isole sottovento 3 Isole del vento
Isole del Vento 2 Isole del Vento 3 Isole del Vento 4
Isole Tuamotu Cultura Polinesiana Info Turistiche
Economia
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...