Informazioni turistiche Cina

  • Documentazione necessaria per l’ingresso nel paese
  • documenti

  • Passaporto:
  • Necessario e con validità residua di almeno sei mesi. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

  • Viaggi all’estero dei minori:
  • si prega di consultare il FOCUS “Carta d’identità valida per l’espatrio/passaporto” sulla home page di questo sito.

  • Visto d’ingresso:
  • le richieste di visto vanno indirizzate, anche attraverso agenzie turistiche, alle Rappresentanze diplomatico-consolari cinesi in Italia (per maggiori informazioni su modalità e documentazione richiesta: si può visitare questo sito Non e’ previsto il rilascio di visti ai posti di frontiera, per cui coloro che all’arrivo in territorio cinese ne risultano sprovvisti vengono respinti. In caso di transito con destinazione un Paese terzo (da documentare con biglietto aereo ed eventuale visto per il Paese di destinazione), si e’ esentati dal visto solo se la sosta su territorio cinese e’ inferiore alle 24 ore e non ci si allontana dalla zona aeroportuale di transito. Se si intende visitare Hong Kong o Macao nell’ambito di un viaggio nella Cina continentale, e’ necessario richiedere un visto ad ingressi multipli. In mancanza, sarà indispensabile ottenere nelle due Special Administrative Regions un nuovo visto di ingresso per la Cina continentale, che richiedera’ giorni di attesa.
    Coloro che si recano in Cina per svolgere attività giornalistica sono tenuti ad esplicitarlo all’atto della richiesta del visto ai fini del rilascio di apposito titolo d’ingresso.

  • Doppia cittadinanza
  • La Cina non riconosce la doppia cittadinanza. A coloro che la detengono in base alla legge italiana ed entrano nel Paese con passaporto cinese, e’ riconosciuto dalle Autorità cinesi, in caso di necessità, solo un limitato diritto all’assistenza consolare da parte delle Rappresentanze italiane. Al fine di evitare incidenti –purtroppo frequenti – con la polizia di frontiera cinese, si consiglia a coloro che godono della doppia cittadinanza di entrare ed uscire dal Paese con lo stesso passaporto, munendosi, a seconda della scelta, del visto necessario.

  • Soggiorno in Cina
  • Durante il soggiorno in Cina, si consiglia di custodire con attenzione il passaporto che andrà sempre tenuto a portata di mano per eventuali controlli di identità. E’ bene inoltre portare copia delle sue pagine rilevanti e del visto cinese. In caso di furto o smarrimento, andrà innanzitutto sporta denuncia presso il più vicino Ufficio di Pubblica Sicurezza. Quindi, con la denuncia e due foto, occorrerà recarsi presso la Rappresentanza diplomatico-consolare più prossima per richiedere un documento di viaggio, con cui sara’ possibile soltanto il rientro in Italia, oppure richiedere un nuovo passaporto per il cui rilascio e’ periodo un periodo di tempo piu’ lungo. Infine bisognerà acquisire il cd “visto d’uscita” cinese per il cui rilascio possono essere necessari fino a 5 giorni lavorativi. Il disbrigo di tutte le procedure può richiedere qualche giorno se ci si trova, al momento del furto o dello smarrimento, lontano da Pechino, Shanghai o Canton, dove sono presenti le nostre Rappresentanze Diplomatico-Consolari.

  • Stranieri che risiedono in abitazioni private
  • Gli stranieri che nel loro soggiorno in Cina risiedono in abitazioni private di cinesi o stranieri residenti in Cina devono registrare la loro presenza temporanea presso il locale ufficio di Pubblica Sicurezza entro 24 ore dal loro arrivo. Verrà richiesto all’ospitante il permesso di residenza e documentazione attestante proprietà o fitto della dimora e all’ospite il passaporto. I contravventori sono passibili di ammenda sino a 500 rmb.

  • Raccomandazioni
  • Si raccomanda – se si soggiorna con visto turistico (tipo L) e per affari (tipo F) – di non intraprendere attività lavorative (inclusa attività giornalistica). Si e’ di recente registrato più di un caso di italiani contravventori che sono stati multati ed espulsi. Qualora un cittadino straniero permanga per un lungo periodo sul territorio cinese sprovvisto di un titolo di soggiorno valido e svolga nel frattempo attività lavorativa o d’affari può essere sottoposto a misure restrittive della libertà personale in centri di permanenza temporanea e successivamente espulso.

  • Rispetto termini del visto
  • È necessario rispettare scrupolosamente i termini di scadenza del visto, per non incorrere nelle pesanti multe previste per i contravventori pari a 500 yuan/rmb al giorno di penale con un massimale di 5000 rmb (circa 500 euro). E’ possibile prorogare la validità del visto turistico cinese per un massimo di 30 giorni, presentando domanda, direttamente o tramite agenzie autorizzate, all’Ufficio per l’Amministrazione delle Entrate e Uscite della Questura locale (per Pechino l’indirizzo è: 2 Andigmen East Str. Dong Cheng District Beijing tel: 84020101). Si consiglia di visitare il sito della Municipalita’. dove sono riportate informazioni utili al riguardo.
    A causa dell’overbooking, si suggerisce di riconfermare il volo di ritorno con almeno 72 ore di anticipo.

  • Formalità valutarie e doganali:
  • non esistono particolari limitazioni all’importazione di valuta straniera. Se comunque la somma supera i 5.000 US$, e’ bene dichiararla all’ingresso compilando il formulario doganale in duplice copia, per poter poi dimostrare – all’uscita dal Paese – il precedente possesso della somma eventualmente restante, in caso di controllo doganale.
    Lo Yuan/RMB non e’ ancora liberamente convertibile.
    Vanno dichiarate le apparecchiature elettroniche di esclusivo uso personale.

  • Divieto di importazione ed esportazione:
  • – piante e prodotti vegetali, frutta, verdura, insetti, animali, carne cruda, salumi, uova, latte,
    latticini ed altri prodotti di facile deperibilità;
    – armi, munizioni ed esplosivi;
    – trasmettitori/ricevitori radiofonici e parti principali di essi;
    – valuta cinese (yuan/rmb);
    – qualsiasi documento in qualsiasi forma (cartacea, fotografica, elettronica) che sia nocivo alla politica, all’economia, alla cultura e all’etica della Cina (per esempio, materiale pornografico);
    – droghe e narcotici tossici.

  • Limitazione di esportazione
  • – Il Governo cinese esercita un rigoroso controllo sulla esportazione di oggetti ed opere d’arte di significativo valore culturale. Nel caso si acquistino oggetti d’arte è necessario assicurarsi che sia stato concessa l’autorizzazione all’esportazione da parte del Cultural Relics Appraisal Institute (36 Fuxue Hutong, Dongcheng District, Beijing tel.64014608), che rilascia un certificato per l’esportazione e imprime un timbro ufficiale sull’oggetto. I contravventori stranieri possono essere puniti anche con misure restrittive della libertà.
    – È altresì vietata l’esportazione di animali rari, piante rare ed i loro semi;metalli preziosi e diamanti.
    Si consiglia comunque di visitare il sito dell’aeroporto di Pechinodove sono riportate diverse informazioni sulle formalità di ogni tipo per l’arrivo e la partenza.

  • Pericolo truffe
  • Alla luce di numerosi casi di frode denunciati da cittadini italiani, ancora prima di recarsi in Cina,.si raccomanda la massima prudenza nel valutare proposte di lavoro e/o tirocini offerti da agenzie cinesi o internazionali conosciute tramite fonti non certe, in particolare internet. Si consiglia di verificarne l’effettiva esistenza contattando le competenti autorità locali oppure rivolgendosi direttamente all’Ambasciata/Consolato italiano in Cina. Qualora una persona sia gia’ stata vittima di una frode, si raccomanda di sporgere denuncia recandosi personalmente presso le competenti autorita’ di polizia e di rivolgersi ad un legale qualora lo ritenga opportuno. L’Ambasciata non fornisce assistenza legale ne’ servizio di interpretariato. Tuttavia, per agevolare i connazionali, sono disponibili sul sito dell’Ambasciata nella sezione Informazioni su Pechino liste aggiornate di studi legali ed interpreti.

    Pagina successiva Pagina precedente
    Indice
    Cina Cina amministrativa Provincie contese
    Turismo Cina Unesco in Cina Monte Emei
    Huanglong Città di Pingyao Grotte di Longmen
    Monti Wudang Grotte di Mogao Muraglia Cinese
    Info documenti Sicurezza in Cina Cina:Leggi e regole
    Sanità Cina Gastronomia Cina Economia Cina
    Comunismo Cina Geografia fisica Utilità e curiosità

    Rispondi

    Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...