Economia e monete Polinesia Francese

  • ECONOMIA
  • economic
    La Polinesia francese possiede un’economia mediamente sviluppata, basata sull’importazione di beni, sul turismo e sull’assistenza finanziaria da parte della Francia. I complessi turistici sono molto diffusi e per la maggior parte si trovano sulle isole più importanti.
    La pesca e l’esportazione di copra (olio di cocco) sono le due principali attività tradizionali. Il turismo rappresenta il 13% del PIL di queste isole, che nel 2002 hanno ospitato 190.000 turisti.
    La perlicoltura, sperimentata negli anni settanta ma effettivamente lanciata negli anni novanta, consiste nel porre una biglia di madreperla bianca importata dal Mississippi in un’ostrica, che la ricoprirà con la propria madreperla nei due anni successivi. La perla di Tahiti ha dei riflessi verde pavone, malva, o perfino d’argento, d’oro o azzurrognoli. La perlicoltura occupa circa 7.000 persone e i principali importatori sono il Giappone e la Cina.

  • MONETE:
  • piccioli
    Il franco CFP è la valuta usata nei territori d’oltremare francesi della Polinesia francese, di Wallis e Futuna e della Nuova Caledonia. Il codice ISO 4217 è XPF.
    La sigla CFP stava in origine per Colonies françaises du Pacifique, (“Colonie francesi del Pacifico”)
    Il franco CFP fu creato nel dicembre 1945, contemporaneamente al franco CFA. Quando la Francia ratificò gli accordi di Bretton Woods nel dicembre 1945, il franco francese fu svalutato da 200 franchi = 1 sterlina britannica a 480 franchi = 1 sterlina. Furono create nuove valute per le colonie francesi per risparmiare loro la forte svaluazione. René Pleven, il ministro delle Finanze francese affermò che: “Mostrando la propria generosità e disinteresse la Francia metropolitana, volendo non imporre alla proprie figlie lontane le conseguenze della propria povertà, sta fissando tassi di cambio diversi per le sue valute.” Il franco CFP non svalutò rispetto alla sterlina ed al dollaro statunitense, arrivando così ad un tasso di cambio di 2,4 franchi francesi = 1 franco CFP. Nel gennaio e nell’ottobre 1948 e nuovamente nell’aprile 1949, il franco francese fu nuovamente svalutato e furono fissati nuovi cambi con il franco CFP per mantenere il valore fissato in precedenza. Nel settembre 1949 la sterlina fu svalutata rispetto al dollaro ed il cambio fisso del franco CFP con la sterlina fu abbandonato a favore di un tasso di 5,5 franchi francesi = 1 franco CFP.
    Nel 1960 in Francia fu introdotto il nuovo franco (dal valore di 100 vecchi franchi) ed il tasso di cambio con il franco CFP di conseguenza divenne di 0,055 franchi francesi = 1 franco CFP. Il franco CFP era emesso dall’Institut d’émission d’outre-mer (I.E.O.M., “Istituto d’emissione d’oltremare”) dal 1967. Lo I.E.O.M. ha la sua sede principale a Parigi.
    Le moneta fu inizialmente emessa in tre distinte forme per la Polinesia francese, la Nuova Caledonia e le Nuove Ebridi (cfr. Franco della Polinesia francese, Franco della Nuova Caledonia e Franco delle Nuove Ebridi). Wallis e Futuna usavano il franco della Nuova Caledonia. Mentre le banconote delle Nuove Ebridi recano il nome del territorio, le banconote della Polinesia francese e della Nuova Caledonia possono essere distinte solo dal nome delle capitali (rispettivamente Papeete e Nouméa) stampato sul verso del biglietto.
    Nel 1969 il franco delle Nuove Ebridi si separò dal franco CFP e successivamente fu sostituito dal vatu di Vanuatu nel 1982.
    Dal 1 gennaio 1999 il franco CFP ha una tasso fisso di cambio con l’euro di 1000 franchi CFP = 8,38 euro. Questo cambio ha prodotto una leggera svalutazione per arrotondare il valore di 1000 franchi CFP ad un numero intero di cent di euro.
    1000 franchi CFP = 55 franchi francesi = € 55 / 6,55957 ~ € 8,384696
    Il tasso di convertibilità attuale è pertanto XPF (=CFP) 119,332 = 1€
    Nel 1949 la Nuova Caledonia e l’allora Oceania francese (ora Polinesia francese) iniziarono ad emettere monete. Le monete sono coniate in due versioni: il dritto sono identici, mentre il rovescio presenta due forme. Entrambi i tipi possono essere usati nei tre territori francesi. In qualche modo la situazione delle monete del franco CFP è simile a quella delle monete euro che hanno una faccia nazionale che può essere usata in tutti i paesi.
    Il franco delle Nuove Ebridi ha avuto una storia differente prima di essere sostituito dal vatu di Vanuatu nel 1982.
    Le monete attuali sono da 1, 2, 5, 10, 20, 50 e 100 franchi.
    Il dritto comune rappresenta Minerva sulle monete che vanno da 1 a 5 franchi e Marianne sulle altre.
    Metalli:
    1, 2 e 5 franchi: nickel e magnesio.
    10, 20 e 50 franchi: nickel.
    100 franchi: nickel, rame ed alluminio.
    Il rovescio mostra il nome del territorio, il valore facciale ed una illustrazione:
    Nuova Caledonia e Wallis e Futuna:
    1, 2 e 5 franchi: cagou.
    10 franchi: piroga a vela
    20 franchi: zebù d’allevamento
    50 e 100 franchi: capanne della Nuova Caledonia circondata di pini.
    Polinesia francese:

  • 1, 2 e 5 franchi: paesaggio costiero:
  • paesaggio costiero

  • 10 franchi: due Tiki (rappresentazione dello spirito polinesiano):
  • franchi

  • 20 franchi: uru, frutto dell’albero del pane:
  • spirito

  • 50 e 100 franchi: paesaggio costiero e rilievi con casa su piloti e piroga a vela:
  • frutto

  • BANCONOTE:
  • L’IEOM iniziò ad emettere banconote nelle Nuove Ebridi nel 1965 ed in Nuova Caledonia e nelle Polinesia francese nel 1969. Nel 1985 fu introdotta una nuova banconota, quella da 10 000 franchi, che non aveva segni distintivi era era uguale sia per la Polinesia francese che per la Nuova Caledonia. Questa fu seguita tra il 1992 ed il 1996 dalle banconote da 500, 1000 e 5000 franchi uguali per tutti i territori del Pacifico francese.
    Il disegno di base non è cambiato dal 1969. Una faccia mostra paesaggi o figure storiche della Nuova Caledonia, mentre l’altra mostra paesaggi o figure storiche della Polinesia francese.
    bronzo

    Fine ritorno alla Home page Pagina precedente
    Indice
    Polinesia Divisioni amministrative Isole Australi
    Australi 2 Isole Marchesi Marchesi 2
    Marchesi Sud Isole Gambier Gambier famose
    Gambier minori Isole della società Isole sottovento
    I.sottovento 2 Isole sottovento 3 Isole del vento
    Isole del Vento 2 Isole del Vento 3 Isole del Vento 4
    Isole Tuamotu Cultura Polinesiana Info Turistiche
    Economia

    Rispondi

    Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...