Costa dei Gelsomini

La riviera più a sud della Calabria è la Costa dei Gelsomini,
Nome con cui si identifica la zona costiera della provincia di Reggio Calabria bagnata
dal mar Jonio; va da Riace a Palizzi Marina.

Sulla cartina seguente la Costa dei Gelsomini è evidenziata col colore verde chiaro ed è indicata con la freccia. Basta cliccare sulla cartina per accedere all’itinerario su google maps.

calabria-coste
La Costa dei Gelsomini è la zona costiera della provincia di Reggio Calabria bagnata dal mar Jonio. Si snoda per 90 chilometri con arenili bassi e sabbiosi, racchiusi spesso tra alte rocce a picco sul mare, dove sono stati costruiti stabilimenti balneari perfettamente attrezzati. La Riviera prende il nome dalla coltivazione della pianta di gelsomino, rampicante bello e delicato ma anche robusto, diffuso in tutta la provincia reggina ma tipico soprattutto della zona.

Fra le zone più belle della Costa dei Gelsomini troviamo:

Riace Marina

santadomenicaspiaggiari
Il paese, noto in tutto il mondo per i celebri bronzi ritrovati sui suoi fondali, si trova in un’area di notevole interesse turistico. Si sviluppa in due nuclei abitativi: Riace Marina, sul mare, e Riace Borgo, sulla collina. Riace Marina è una meta turistica molto ambita, per il mare limpido e la spiaggia sabbiosa e dorata di una bellezza incomparabile, dove la balneazione si può prolungare fino al mese di ottobre per le alte temperature delle acque. L’antico borgo conserva tratti della cinta muraria e delle porte d’ingresso, oltre a edifici sacri di origine medievale rimaneggiati nel corso dei secoli, quali la chiesa di S. Nicola di Bari, di Santa Caterina e dei Santi Cosma e Damiano. Una volta a Riace, vale la pena una visita alla vicina città di Monasterace (l’antica Kaulon). La spiaggia può essere raggiunta intraprendendo la SS 106, uscendo poi all’altezza di Caulonia Marina.

Monasterace

800px-Resti_di_Kaulon
Monasterace è un comune italiano di 3.511 abitanti nella provincia di Reggio Calabria. È il primo comune della provincia di Reggio sulla costa ionica, dista infatti solo 60 km da Catanzaro.
Monasterace marina è il luogo dell’antica città magno-greca di Kaulon; tuttavia, non si può escludere la possibilità che il sito sia già stato popolato da gente indigena, o addirittura dai bruzi stessi che molto prima del VII secolo a.C. (data in cui i greci colonizzarono il meridione d’Italia) risiedevano in Calabria insieme ai lucani, di cui erano schiavi e successivamente alleati contro le pretese di Roma.

Roccella Ionica

Roccella-gallery
Roccella Ionica o Roccella Jonica è un comune italiano di 6.360 abitanti della provincia di Reggio Calabria in Calabria. Si trova sulla Costa Jonica denominata Riviera o Costa dei Gelsomini e, probabilmente, sorge sull’antica città magnogreca di Amfissa.È stata premiata per il decimo anno consecutivo con la “Bandiera Blu“, il prestigioso riconoscimento internazionale assegnato alle località che rispettano i criteri di sviluppo e gestione sostenibili. Roccella Ionica può vantare un lungomare di circa 3.500 metri, grazie al completamento, nella primavera del 2003, del nuovo tratto che collega Zirgone al Porto Turistico.
Simbolo della cittadina è il castello medievale posto sull’antica roccia che domina tutto il paese.

Marina di Gioiosa Ionica

spiaggia_marina_home
Marina di Gioiosa Ionica è un comune italiano di 6.548 abitanti in provincia di Reggio Calabria.
È situata nel territorio della Locride(tra Siderno e Roccella) sulla costa del Mar Ionio, detta costa dei gelsomini, a sinistra della foce del Fiume Torbido. Dista 107 km dalla città di Reggio Calabria. Ha un’economia prevalentemente commerciale e risulta un’apprezzata località turistica estiva, per il suo mare cristallino e la sua spiaggia ampia e sabbiosa (Bandiera Blu dal 1999 al 2004, e ancora dal 2008 al 2012). L’agricoltura praticata è basata sulla coltivazione dell’ulivo e degli agrumi. Praticata è anche la piccola pesca. La cittadina si sviluppò, come gran parte dei paesi della costa, alla fine del XIX secolo, a seguito della costruzione della ferrovia Reggio Calabria – Taranto, benché le sue origini siano assai più antiche, come dimostrano le testimonianze archeologiche venute alla luce negli anni. È un centro in costante sviluppo urbanistico, grazie all’incremento dei flussi turistici.

Siderno

siderno_lungomare1
Siderno è un comune italiano di 16.960 abitanti della provincia di Reggio, in Calabria.
La città è composta dall’antico nucleo, posto in collina, denominato Siderno superiore e dalla parte moderna, denominata Siderno Marina, sviluppatasi a ridosso della Costa dei Gelsomini e rinomata zona turistico-balneare della Locride. Il lungomare, ricco di vegetazione con aiuole e giardini, è dotato di servizi basilari di pronto soccorso, ristorazione e sicurezza. I numerosi lidi privati si alternano a spazi di spiaggia libera per uguale estensione. La sua spiaggia ha una profondità media di circa 30-50 metri per tutta la sua lunghezza, ed è costituita da sabbia bianca e fine che sulla battigia si alterna a tratti di pietrisco. Il fondale è a tratti sabbioso e a tratti ghiaioso. L’acqua marina, ricca di placton, è molto pulita, abbastanza calda da permettere il bagno sino a serata inoltrata. Si può praticare sia la pesca da postazione che quella d’altura.

Locri

locri2
Locri è comune italiano di 12.500 abitanti della provincia di Reggio Calabria, in Calabria.
È sede dell’omonimo circondario amministrativo, culturale e religioso del territorio della Locride, che comprende 42 comuni con una popolazione di circa 135.000 abitanti. Per oltre 230 ettari si estende l’area archeologica divisa in due settori: a monte la parte pubblica, con l’agorà, i templi e gli edifici della collettività e verso il litorale la zona residenziale e artigianale con le abitazioni, le fornaci e i pozzi. All’ingresso di quest’area troviamo l’antico Antiquarium, oggi Museo Nazionale, che raccoglie i reperti ritrovati durante gli scavi. Esso illustra e descrive la città antica e il suo territorio, dalla preistoria all’età romana, le divinità e la vita quotidiana degli antichi locresi. Locri sorge alle pendici dell’Aspromonte, in prossimità del mare, con vaste spiagge che si estendono per chilometri.

Brancaleone-marina

p4
Località balneare in forte sviluppo turistico situata sulla costa ionica, a 60 Km da Reggio Calabria e a 30 km da Locri. Gode di un clima eccezionale e di una spiaggia dalla sabbia fine e dorata idonea alle cure elioterapiche e alle sabbiature. Ideale per i turisti che amano il mare e sole, ma anche lo svago e il divertimento. La cittadina è dotata di moderni ritrovi, strutture alberghiere, centri sportivi, impianti balneari e discoteche. Brancaleone è conosciuta come città italiana delle Tartarughe, per la presenza di un Centro di Recupero delle Tartarughe Marine che da anni si occupa del recupero e della loro riabilitazione, in particolar modo della specie Caretta Caretta.
Appena oltre il paese, a 3,5 km, su un poggio roccioso a circa 200 metri s.l.m., si conservano i ruderi della vecchia Brancaleone ormai disabitata da dove si gode un ampio panorama dell’intera costa.

Palizzi Marina

paliz1
Palizzi è un comune italiano di 2.259 abitanti della provincia di Reggio Calabria, in Calabria.
Centro agricolo del versante meridionale dell’Aspromonte, situato sul fianco destro della media valle della fiumara omonima, tra il monte Grappida (682 m) e il monte Carruso (619 m). L’abitato si raggruppa ai piedi di uno spuntone roccioso coronato dai resti di un castello. Il suo territorio comprende le quattro frazioni di:

  • Palizzi Marina
  • (1.906 abitanti), dove si trova il punto più meridionale della penisola italiana, a W del Capo Spartivento

  • Palizzi Superiore
  • (301 abitanti)

  • Pietrapennata
  • (112 abitanti), posta a 673 metri s.l.m. sull’Aspromonte meridionale

  • Spropoli
  • (276 abitanti), a W del Capo Spartivento
    Nonché la località abitata di

  • Contrada Gruda
  • (112 abitanti), situata sul litorale.
    Il paese si distende lungo il litorale con i caratteri tipici di un paesaggio mediterraneo, e l’alternarsi di piccole insenature non esposte alle correnti del mare aperto. Colpisce il fascino delle spiagge ancora oggi prive di stabilimenti balneari. Il clima, godibile nei diversi periodi dell’anno, ne fa il luogo ideale per chi ama il sole, il mare, la barca, per gli appassionati della pesca e della fotografia subacquea. Il suo territorio si offre a passeggiate, escursioni in collina e in montagna.

    Pagina successiva
    Indice
    Le coste della Calabria Costa degli Dei Costa Viola
    Costa dei Gelsomini Costa degli Aranci Costa dei Saraceni
    Costa degli Achei La Sila Cultura e gastronomia
    Borghi P. Catanzaro Borghi P. Reggio C. Borghi P. Crotone
    Borghi P. Vibo V. Borghi P. Cosenza Catanzaro
    Reggio Calabria Cosenza Crotone
    Vibo Valentia Info Calabria Tradizioni
    Strutture turistiche Ristoranti Divertimento

    Lascia un commento

    Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...