Borghi provincia di Reggio Calabria

mappa-reggiocalabria

Bova

800px-Bova_-_View_from_Palizzi_-_Photo_by_Filippo_Parisi
Bova è un comune italiano di 442 abitanti della provincia di Reggio Calabria, in Calabria.
Il piccolo paese è considerato capitale culturale della Bovesìa, quindi della cultura greca di Calabria. Un’isola linguistica, che comprende Bova, Condofuri, Gallicianò, Roccaforte del Greco, Roghudi, dove si parla ancora un dialetto di derivazione greca e si conservano le tradizioni dell’antico Oriente. La tradizione grecanica sopravvive nell’artigianato tessile, nella produzione di coperte e tappeti di gusto orientale, dalle accese policromie, e non solo. Il borgo è dominato dai ruderi del castello normanno. Dello stesso periodo sono le origini della cattedrale, profondamente rimaneggiata nei secoli successivi. Degne di attenzione sono la chiesa seicentesca di S. Leo, la chiesa di S. Caterina, la chiesa di San Rocco, de XV secolo. Di notevole interesse sono inoltre i palazzi nobiliari, tra i quali si segnalano Palazzo Nesci e Palazzo Mesiano. Il centro storico a gradinata offre, nel suo insieme, scorci di grande fascino.

Gerace

Gerace_-_Vista
Gerace è un comune italiano di 2.715 abitanti della provincia di Reggio, in Calabria.
Il suo borgo medioevale viene descritto come uno tra i più belli d’Italia.
Gerace è una cittadina ricca di tesori architettonici, dalla grande Cattedrale di origine bizantina alle abitazioni scavate nel tufo, dove ancora oggi è possibile ammirare al lavoro esperti vasai intenti a modellare l’argilla secondo l’antica foggia greca. I sontuosi palazzi signorili sono dotati di portali in pietra lavorata da scalpellini locali.La storia millenaria di Gerace è testimoniata dal fascino delle sue chiese e dei maestosi palazzi in tufo con preziosi portali, dai resti dell’imponente castello che sorge nella parte alta, dalle viuzze con i lastroni carrarecci.Il Castello edificato probabilmente durante il VII secolo d.C., la sua esistenza è testimoniata già nel X secolo d.C. quando fu devastato insieme alla città dai bizantini. Con la venuta dei normanni, intorno al 1050, fu ristrutturato e fortificato. Nei secoli successivi subì le devastazioni di alcuni catastrofici terremoti. Di esso rimangono una grande torre e poche mura, in parte ricavate dalla roccia e in parte si ergono a picco sui burroni circostanti.

Stilo

Stilo-galleryStilo si trova ai piedi del Monte Consolino. Nelle vicinanze di Ferdinandea, si estende il bosco di Stilo, un esempio tipico di bosco delle Serre calabresi, con abeti bianchi e faggi e con un ricco sottobosco con forte presenza di eriche e agrifogli. Come fauna sono presenti il gatto selvatico, la martora e numerose specie di picchi. Dista circa 150 km da Reggio Calabria e 75 km da Catanzaro. Il territorio si estende, con un sottile lembo, fino al mare in località Caldarella; è un comune italiano di 2.655 abitanti della provincia di Reggio Calabria. Borgo bizantino del X sec. situato alle falde del monte Consolino, dominato dai ruderi di quello che fu un grande e possente Castello normanno.Meta imperdibile è la Cattolica di Stilo, una delle più importanti chiese bizantine della Regione, di datazione controversa; la costruzione sarebbe da ascrivere al VII secolo secondo alcuni studiosi, o al X secondo altri.

Bivongi

800px-Bivongi_e_fiumara
Bivongi è un comune italiano di 1.378 abitanti in provincia di Reggio Calabria.
Ha una superficie di 25,3 km² e una densità di 58,9 abitanti per km². Si trova a 149 km da Reggio Calabria e a 76 km da Catanzaro. È situata nella Vallata dello Stilaro, ai piedi del Monte Consolino, ad un’altitudine di 270 m s.l.m.L’abitato di Bivongi è adagiato sulle falde del monte Consolino, nella vallata dello Stilaro, al confine tra le province di Reggio Calabria e Catanzaro, a 15 Km dal mar Jonio. La principale attrattiva di Bivongi è il Monastero Greco-Ortodosso di San Giovanni Theristis, ubicato in aperta campagna. Il monastero, fondato dai bizantini nel X secolo, è oggi rinato grazie ad alcuni monaci greci provenienti dal Monte Athos, che hanno deciso di restaurarlo e abitarlo.

Caulonia

cauloniaCaulónia è un comune italiano di 7.026 abitanti della provincia di Reggio Calabria .Caulonia è situato su un’altura di 300 metri. Il territorio del comune di parte dal mare, passando per zone collinari fino a toccare i monti delle Serre: è il terzo comune per estensione più grande della Provincia di Reggio Calabria dopo la stessa Reggio Calabria e San Luca. Antico borgo dove si possono ammirare incantevoli piazze, palazzi e case dal fascino senza tempo, un centro storico discretamente conservato, i ruderi del Castello medievale, il bellissimo affresco con Cristo Pantocratore della chiesa di S. Zaccaria. Di grande interesse è la zona archeologica di Caulonia situata a breve distanza da Monasterace Marina. Parte dei reperti rinvenuti nell’area sono custoditi presso il Museo nazionale di Reggio Calabria.

Cittanova

Cittanova è un comune italiano di 10.351 abitanti della provincia di Reggio Calabria.
Il suo centro storico conserva palazzi signorili degni di nota ed edifici sacri che meritano di essere visitati. Il vero fiore all’occhiello di Cittanova è la Villa Comunale fondata nel 1880, che si distingue per la presenza di piante rare, laghetti, fontane, viali. Nei pressi della villa si può visitare il Museo Civico di Storia Naturale.

Pazzano

Pazzano è un comune italiano di 605 abitanti della provincia di Reggio Calabria.
È, per numero di abitanti, il paese più piccolo della Vallata dello Stilaro. Nel periodo borbonico fu importante per essere il principale centro minerario di estrazione del ferro di tutto il Mezzogiorno.Un tempo principale centro minerario, come ricorda la bellissima fontana dei minatori.Abbarbicato lungo le pendici del monte Stella, vi è l’eremo di Santa Maria della Stella, dove, in una profonda e suggestiva grotta si venera da secoli la Vergine Santissima della Stella che è raffigurata in una statua in marmo del 1562.

Polistena

1010px-Vista_Piana_Polistena
Polìstena è un comune italiano di 10.672 abitanti della provincia di Reggio Calabria.
Confina con i comuni di Anoia, Cinquefrondi, Cittanova, Melicucco, San Giorgio Morgeto. In particolare con il comune di Cinquenfrondi, Polistena crea una particolare conurbazione, in cui le due cittadine formano un unico centro abitato. A Polistena, fuori dal centro abitato, vi è un’area industriale, artigianale e commerciale. La città è il secondo comune della provincia e quinto della Calabria per densità abitativa.Piccola cittadina abitata verosimilmente fin dai tempi preistorici, come lasciano credere i reperti risalenti al Neolitico rinvenuti nella zona, tra i quali una cuspide di lancia protostorica e numerosi corredi funerari, con una frequentazione del territorio comunque anteriore alla colonizzazione magno-greca. Il suo centro urbano settecentesco è tra i più interessanti dell’intera provincia reggina, con i suoi giardini, i numerosi palazzi nobiliari, le chiese monumentali, tuttora conservati in perfetto equilibrio architettonico; da visitare sono inoltre il Museo Civico e la Biblioteca comunale.

Indice
Le coste della Calabria Costa degli Dei Costa Viola
Costa dei Gelsomini Costa degli Aranci Costa dei Saraceni
Costa degli Achei La Sila Cultura e gastronomia
Borghi P. Catanzaro Borghi P. Reggio C. Borghi P. Crotone
Borghi P. Vibo V. Borghi P. Cosenza Catanzaro
Reggio Calabria Cosenza Crotone
Vibo Valentia Info Calabria Tradizioni
Strutture turistiche Ristoranti Divertimento
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...