Attrazioni religiose a Shanghai

  • Il Tempio del Buddha di giada
  • Tempio del Buddha di giada
    Stabilito durante il periodo dell’imperatore Guangxu (1875 – 1908) della dinastia Qing, ricostruito fra il 1918 e il 1928, è conosciuto in tutto il mondo per il Buddha di giada, è uno dei templi buddisti più importanti della Cina. Le principali strutture che lo costituiscono sono: il Padiglione del Re celeste, la Grande Sala, il Palazzo del Buddha di giada, la Sala del Buddha disteso, ecc. Il Buddha di giada assiso è conservato nel Palazzo del Buddha di giada, alta 1,95 metri e pesa una tonnellata, è scolpita in un unico blocco di giada bianca. Nella Sala del Buddha disteso è presente la statua di Sakyamuni (il Buddha storico) nello stato di Nirvana in giada lunga 96 centimetri.

  • Il tempio Jing’an
  • Situato in via Nanjing Xilu, è un antico tempio a sud del fiume Yangtze legato alla tradizione delle sette buddiste Chan e Mi. All’interno del tempio si conservano ancora le statue in pietra risalenti alle dinastie di Song del Nord e del Sud insieme alla stele di pietra con le iscrizioni dell’imperatore

  • Il tempio Zhenru
  • Situato nella contea di Zhenru, nel distretto di Putuo, il tempio fu costruito nel 1320, durante la dinastia Yuan.
    Nella sala orientale si trova una statua di Buddha disteso, in quella occidentale, della Lunga Vita, è presente una statua in giada del Buddha della medicina.

  • Il tempio Longhua
  • Situato nella contea di Longhua del distretto di Xuhui.
    Al suo interno sono presenti il Padiglione del Re Celeste, il Padiglione di Mithra, la Torre della campana e del tamburo, la sala del Buddha guerriero Jingang, la Grande sala, il Padiglione Sansheng o dei Tre Santi: tutti immersi nella pace. La campana in bronzo appesa nella Torre della campana è alta 2 metri e pesa 6,5 tonnellatei, è chiamata “Campana della sera di Longhua”. La pagoda Longhua si eleva per 40,65 metri di alteza, davanti al tempio.
    Oltre alle strutture religiose devote al Buddhismo,ovviamente non possono mancare quelle del Taoismo,ecco le più importanti:

  • Il monastero Baiyun (della Nuvola bianca)
  •  monastero Baiyun
    Costruito da Xu Zhicheng, monaco taoista di Jiading con i soldi donati, il nome originario del monastero era Padiglione di Leizhu e fu trasferito nella sua sede attuale nel 1882 , e divenne il principale monastero della setta Quanzhen del taoismo di Shanghai. In seguito prese il nome di “Monastero delle Nuvole bianche sul mare”, ora abbreviato in “Monastero della Nuvola bianca”. Il monastero ha una struttura di due piani disposto su una base quadrata ed è oggi la sede dell’Associazione Taoista di Shanghai.

  • Il tempio Dajing di Guangong
  • Chiamato anche Padiglione Dajing o Sala del padiglione Dajing. Durante il periodo del regno dell’imperatore Wanli (1573 — 1620) della dinastia Ming furono costruite delle stanze semplici nella torre di guardia nell’angolo nord-occidentale delle mura di cinta di Shanghai, in cui si venerava Guan Gong, famoso generale dello stato di Shu del periodo di Tre Regni, noto per il suo eroismo e la sua lealtà. Durante il periodo del regno dell’imperatore Jiaqing (1796 1820) della dinastia Qing, il tempio fu ricostruito in un padiglione di tre piani e divenne il tempio Dajing di Guangong. Fortunatamente fu salvato dalla demolizione delle mura avvenuta nel 1912, ed è oggi uno degli antichi edifici del taoismo presenti a Shanghai.

  • Il Laochenghuangmiao o Chenghuangmiao
  • Chiamato anche “tempio del patrono della città antica”,era il tempio degli antenati di Huo Guang, generale della dinastia Han. Durante il periodo dell’imperatore Yongle (1403 -1424) della dinastia Ming fu ricostruito e diventò il tempio Chenghuang, del Patrono della città. Ancora oggi nel padiglione principale si venera Huo Guang, mentre nel Padiglione numero due si venera Qin Yubo, che passò brillantemente gli esami imperiali all’epoca della dinastia Yuan, che al cambio di dinastia si rifiutò di diventare funzionario della dinastia Ming. Alla sua morte fu seppellito a Shanghai. Zhu Yuanzhang, primo imperatore della dinastia Ming emanò un editto imperiale che diceva:
    “Qin Yubo non volle diventare ufficiale della mia corte quando era in vita, ma continuerà a proteggere il mio popolo dopo la sua morte” e gli conferì il titolo di spirito protettore della città di Shanghai.

  • Qinciyangdian
  • È il monastero principale della setta Zhengyi del Taoismo di Shanghai. Durante il periodo dell’imperatore Wanli (1573 – 1620) della dinastia Ming, si chiamava Palazzo di Jinsiniang, al cui interno si venerava la dea protettrice dei bachi da seta, da cui deriva il nome, giunto fino ad oggi, del monastero. Durante il periodo dell’imperatore Qianlong (1736 — 1795) della dinastia Qing, fu ricostruito con il nome Dongyuexinggong.
    Composto da 10 edifici a nome degli immortali di Dongyue, Sanguan, Sanqing, Chenghuang, Guangong, ed altri. Vi erano 600 statue di vari tipi di dio. Attualmente, è la sede dell’Associazione del Taoismo di Pudong.

    Fine ritorno alla pagina iniziale Pagina precedente
    Indice
    Cina Cina amministrativa Provincie contese
    Turismo Cina Unesco in Cina Monte Emei
    Huanglong Città di Pingyao Grotte di Longmen
    Monti Wudang Grotte di Mogao Muraglia Cinese
    Info documenti Sicurezza in Cina Cina:Leggi e regole
    Sanità Cina Gastronomia Cina Economia Cina
    Comunismo Cina Geografia fisica Utilità e curiosità

    Rispondi

    Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...